Indennità di maternità

La vostra collaboratrice ha diritto all’indennità di maternità per le prime 14 settimane dopo la nascita del figlio. L’indennità di maternità è disciplinata attraverso l’IPG (indennità per perdita di guadagno).

Richiesta

Quando sussiste il diritto?

  • Era assicurata presso l’AVS durante i 9 mesi precedenti il parto.
  • Per almeno 5 mesi di questi 9 mesi ha svolto un’attività lavorativa

Richiesta online – risparmia denaro, tempo e carta

I clienti di PartnerWeb-connect possono richiedere l’indennità di maternità online in tutta semplicità. L’offerta è gratuita.

Richiesta tramite modulo

Preferite un’opzione offline?

  • La vostra collaboratrice compila il modulo di richiesta, allega i documenti necessari e ve li inoltra.
  • Voi completate i dati del datore di lavoro a pagina 3.
  • Insieme alla vostra collaboratrice decidete come vuole che le venga versata l’indennità di maternità e poi firmate.
  • Inviate il modulo di richiesta unitamente a tutti i documenti da allegare a:

Cassa di compensazione GastroSocial
Team Indennità giornaliere
Casella postale
5001 Aarau

taggelder@gastrosocial.ch

Quali documenti vanno allegati alla richiesta?

  • Copia dei conteggi dell’indennità giornaliera dall'inizio dell'incapacità lavorativa (in caso di malattia o infortunio)
  • Copia dei due ultimi conteggi dell'indennità giornaliera prima della nascita (in caso di disoccupazione con indennità giornaliera)
  • Modulo «Attestazione del datore di lavoro» (in caso di disoccupazione senza indennità giornaliera)

Versamento

Versamento con deduzioni

L’indennità di maternità rappresenta una sostituzione del salario soggetta a obbligo contributivo alla quale devono essere applicate tutte le deduzioni dell’assicurazione sociale, ad eccezione del premio per l'assicurazione contro gli infortuni.

Versamento da parte vostra o della Cassa di compensazione GastroSocial

In caso di versamento diretto alla madre, la cassa di compensazione deduce i contributi AVS/AI/IPG/AD ed eventualmente l’imposta alla fonte. I contributi per la previdenza professionale (LPP) e altre assicurazioni, quali p.es. l’assicurazione di indennità giornaliera per malattia restano di competenza del datore di lavoro. In caso di rapporto di lavoro tuttora in essere consigliamo un versamento al datore di lavoro in modo che a quest’ultimo non sfugga alcun contributo.

Informazioni per gli indipendenti

In qualità di indipendenti inviate il modulo direttamente alla vostra cassa di compensazione.

Quali documenti vanno allegati alla richiesta?

  • La copia dell'atto di nascita dell'Ufficio di stato civile o del libretto di famiglia (si accettano solamente documenti ufficiali rilasciati dall’Ufficio di stato civile, le conferme dell'ospedale o del medico non sono sufficienti)
  • Copia del permesso di dimora della dipendente e del coniuge (nel caso di cittadini stranieri)
  • Copia dell'attuale decisione di contribuzione della cassa di compensazione

Come si procede se lavorate simultaneamente come indipendente e occupata?

In questo caso è competente di norma la cassa di compensazione a cui versate i contributi per l’attività lucrativa indipendente.